giovedì 31 maggio 2012

MA CHE BELLA COSA

Aprendo facebook - l'apertura mensile, o anche bimestrale -  il rancoroso social network mi propone la pubblicità di sacche per colostomia.
bastardo, non ti apro per altri tre mesi.

mercoledì 30 maggio 2012

SUCCEDE COSI'

succede che ogni tanto mi stacco dalla rete, dallal rete interattiva, voglio dire.
non scrivo post, non rispondo a mail, non leggo blog. forse è anche perchè passo tanti giorni fuori per lavoro (sono stato a Trento. che bella Trento).
magari leggo qualche forum ultratecnico su bici fissa (ho già scritto che ho una bicicletta a scatto fisso? sì? e che è bellissima? e che ci faccio 12,2 km giornalieri? così, per rinfrescare la memoria) ma niente di più.
e mi rendo conto che perdo contatti, allento relazioni eccetera.
boh, dovrei in teria prenderlo come un compito giornaliero. ma ho già troppi che non rispetto.

sabato 19 maggio 2012

SINFONIA IN VIA GALVANI, MILANO

http://www.youtube.com/watch?v=D1JCkjZBptM

ci sono capitato un po' per caso - proprio lì c'è un rustico ristorante con prezzi umani - ma poi mi sono fermato, mi hanno ammirato la bici - giuro -  mi hanno chiesto i documenti, probabilmente perchè ero in giacca e cravatta e mi sono coraggiosamente ascoltato anche un po' di assemblea.

 è stato bellissimo e divertentissimo (acustica così così, ma non si può pretendere)

mercoledì 16 maggio 2012

UN'ORA FA

Nel casino di Porta Palazzo, un autobus mi urta e mi spedisce in un gomitolo di rotaie. Sono veloce e cado. Mi rialzo come una molla – la paura maggiore è di essere arrotato da un’auto – e verifico i danni.
Caviglia destra abrasa da pedale, niente di che.
Ginocchio destro colpito, il dolore sta passando.
Gomito destro, ferita lacero contusa, ma insomma, la mobilità è quasi perfetta.
Polso destro, mi fa molto male, ma non mi sembra che ci sia niente di rotto.
Mano sinistra forte contusione, ma vabbè.

Danni alla bici, nastratura bianca strappata e un po’ di vernice saltata, ma meglio, così perderà l’aria di nuovadifabbrica.

Danni al vestito grigio da ufficio, gravi, vestito da buttare.

Lezione imparata, ah, fare più attenzione.

venerdì 11 maggio 2012

OVALIZZAZIONE (poi)

Vabbè, non è che posso riscrivere subito subito qualcosa sulla mia meravigliosa bici a scatto fisso (bianca e rossa: oggi ho deviato da casa dei miei genitori verso il Valentino e lungo il Po, bellissimo) e quindi come post semiriempitivo (magari nel prossimo potrei intrattenere i lettori sulla tematica dei rapporti guarnitura / pignone e sull’affascinante tema “ovalizzazione della corona: conseguenze e pericoli), dicevo, potrei far presente come io pensi che i grillini siano sì delle persone oneste, molto più oneste della media, ma che siano degli incompetenti da paura.
Leggevo ieri di alcune opinioni sul debito pubblico e miodio, questi non sanno letteralmente di cosa parlano.
Preferisco un cattivo competente ad buono ignorante.

mercoledì 9 maggio 2012

BELLISSIMA

È ridicolo, ma nessuno – spero – se ne accorge.
Che cioè quando sono in giro con la mia nuova Specialized Langster Steel stupenderrima bicicletta a scatto fisso telaio in acciaio (bianca e rossa: sto pensando di nastrarmi il manubrio di rosso. E poi magari mi compro una sella rossa, mammamia che bella bici) a Torino, quando vado o ritorno dal lavoro, anche se sono incravattato e di grigio vestito, beh io mi sento un superfico della madonna.
E scatto velocissimo e cerco di non usare mai il frenino anteriore e mi infilo fra auto e auto e cerco di non fermarmi mai e insomma mi diverto veramente un casino.
Di questi tempi, alla mia età, mica poco, eh.

(la mia è uguale ma ha un sellino bianco e un frenino anteriore: per sicurezza)

martedì 8 maggio 2012

IL NEMICO COMUNE

Via San Francesco d’Assisi tra i civici 14 e 18, Torino. Ore 10. Pieno centro, strada iperriservata ai mezzi pubblici, in particolare al mitico “4”, tram ribattezzato metropolitana leggera.
Una Punto blu con le quattro frecce accese ingombra – di poco, ma senza dubbio –  le rotaie del tram.
il "4" si ferma e subito si forma una coda di circa un chilometro di mezzi pubblici e qualche taxi.
Rapidamente si accalca una piccola folla – tra il curioso e l’inferocito –  che aspetta l’arrivo del carro attrezzi e / o del conducente.

Piccolo florilegio di commenti degli astanti:
se arriva lo ammazziamo
gli devono dare una multa di diecimila euro – va bè, ma mica li vale, diecimila euro quell’auto – bon, allora gli portano via la macchina ma gli diamo tutti un calcio in culo
bastardo
per gente come lui  l’italia va così
per me è una donna – (a voce bassa) solo le donne mettono la macchina così -  ah sì?  per me è un uomo che siete tutti stronzi
rivoltiamogli l’auto – no che poi ci denuncia
che schifoso
che cretino
arivano dio faus sti vigili, che anche loro fan niente tutto il giorno!
spacchiamogli il finestrino
spacchiamogli  il tergicristalli
spacchiamogli qualcosa
Etc

giovedì 3 maggio 2012

PENSIERO

L'altro giorno ho realizzato che l'unico sport che io abbia visto praticare solo e soltanto da maschi e mai, dico mai, da femmine è

la pesca con la lenza.
Se ne deduce che una donna pescatrice ha enormi possibilità di selezionare l'uomo giusto.

(Sulla diga foranea di Revenna - 2,5 km - ci saranno stati un centinaio di pescatori. qualcuno accompagnato da mogli fidanzate amiche. Nessuna donna con una canna).

martedì 1 maggio 2012

VECCHIAIA


Il signor Silvano C. – anni 85 – guidava stamattina la sua Panda da Faenza (RA) per andare ad una non meglio precisata fiera, quando a Bagnacavallo (RA) un trattorino distraeva la sua attenzione. Invadeva quindi la corsia opposta e urtava il fianco sinistro della sopraggiungente automobile guidata dal signor Cinas.
Il predetto Cinas fermava l’auto e massacrava di botte il lurido vecchio, rubandogli quindi il portafoglio e cercando di vendere la Panda a locale banda di malfattori.
No, mi ha fatto una pena infinita. Era vecchio, vecchissimo, spaventato. Mi ha chiesto di far le cose da amici, non riusciva a tirar fuori la patente, figuriamoci a compilare la constatazione amichevole ...

Fra tre giorni ha il rinnovo della patente. Da un lato spero che gliela tolgano prima che ammazzi qualcuno, dall’altro è chiaro che il ritiro sarebbe la pietra tombale definitiva.