giovedì 9 gennaio 2014

VA BENE COSI'

insomma, in questo 2013 cosa è successo?
boh, mi hanno spezzato il polso e qualcosaltro, sono sprofondato nel gorgo dei problemi dei genitori anziani -  badanti, case di riposo, bagni emotivi - e si è strutturato definitivamente il lavoro, un po' verso il basso rispetto a prima.

Però, a ben vedere, il polso è guarito - e me lo hanno pagato davvero tanto - i genitori sono più o meno sistemati e avere un lavoro con meno responsabilità, dopo anni di frasi "...aspettiamo la tua autorizzazione per liberare i due milioni di euro" (trad. tutti cazzi tuoi se sbagli), non mi dispiace.
Insomma quasi tutto a posto e quindi, dai, va bene così.  

13 commenti:

  1. E il viaggio a Santiago, come è andato?
    P.S.: bentornato, è un piacere rileggerti
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bello. un viaggio duro, per il freddo dovuto al vento. mi sono ammalato, con febbre alta ma sono andato avanti - il testorterone a qualcosa serve - poi però mi è venuto un feroce madischiena e mi sono fermato per un giorno - anche l'intelligenza serve.

      Elimina
  2. rieccoti
    lieta di rileggerti
    ciao

    RispondiElimina
  3. Bravo Cinas. Capisco tutto, soprattutto il bagno emotivo. Bentornato. Meno male.

    RispondiElimina
  4. oh. bentornato. Anche io capisco il bagno emotivo..... un delirio. Purtroppo ci sono ancora dentro in pieno.

    RispondiElimina
  5. Ma dai, esiste ancora il blog di cinas :)

    Chissà se ti ricordi di me, ero succodimela nel vecchio condominio splinder, bei tempi della rete in cui si faceva amicizia innanzitutto con le parole delle persone, scrivevo post discontinui e chilometrici, ti ho fatto conoscere Ani diFranco e poi è morto mio padre e mi è passata la voglia di scrivere.
    Un mese fa è morta anche la mia amica più cara, e sperando di capire qualcosa da come stavo nel 2007 ho rispolverato i miei vecchi post che avevo salvato. Naturalmente non ho capito niente

    (poi ho letto il tuo ultimo post proprio in fondo a questa pagina, con l'epilogo "Quest'anno è la quarta persona per me importante che muore", e mi sa che non si può imparare davvero niente se non ad accettare la totale mancanza di spiegazioni (a proposito di quel post: nei commenti a un certo punto imperversa un'ex amante di Berlusconi e qualcosa mi dice che non sia tua amica)),

    ma nel rileggere anche i commenti a quegli scritti ho ritrovato la tua presenza sempre garbata e gradita, e adesso è ancora più gradito ritrovarti qui.

    E allora niente, volevo mandarti un abbraccio e augurarti buona vita pur tra cose spezzate e bagni emotivi,

    mela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mela!
      ciao! mi ricordo benissimo di te! insegni ancoar all'università?

      Elimina
    2. No, no, col precariato accademico ho chiuso, adesso vivo traducendo (il lavoro che all'epoca facciavo saltuariamente per arrotondare, poi man mano passato da lavoro n° 2 a n° 1), quindi sempre un po' precaria ma molto più appagata.
      Sulle montagne aquilane ormai torno solo a fare trekking... ma cosa lo dico a fare a te che ti fai il Cammino di Santiago a più riprese ;)

      Elimina
    3. Sì, certo "facciavo": non so da dove sia uscito...

      Elimina
  6. cinas, ogni tanto ti ritrovo, ti leggo,
    sono contenta che dai tutto sommato vada bene così.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Toh, chi si ritrova incidentalmente nei meandri intricati del web.
    Anch'io ti mando un solido abbraccio.
    Ziby (ma non abituarti troppo :-))

    RispondiElimina