giovedì 30 maggio 2013

Buona azione

da una ventina di giorni corro, quasi quotidianamente.
corro tanto, per me.
ieri stavo battendo un record di distanza quando due signore straniere di circa 40/50 anni, inzuppate d'acqua (pioveva forte) e con trolley al seguito, mi hanno fermato lungo una strada pochissimo frequentata, chiedendomi come arrivare ad un BB vicino a casa mia. 
io ero seccatissimo di dover perdere il mio record personale per loro, ma poi mi sono impietosito perchè erano parecchio fuori strada e ho detto loro che sarei tornato a prenderle con l'auto e le avrei accompagnate.
non ci hanno molto creduto, ma quando mi hanno visto tornare erano stupefatte.
mi hanno ringraziato in inglese lettone, ma all'uso indiano, con le mani giunte - erano di Riga -  e sono scappato a farmi una doccia. 

lunedì 13 maggio 2013

RIABILITAZIONE

Un posto simpatico.
Il mio fisioterapista ha 55 anni, magro e bravo, e chiacchera tanto. In tre sedute abbiamo parlato di:
- bici, da corsa e a scatto fisso.
- rugby, memorie di un cinquantenne
- Mongolia, Ladakh, Yemen e altri posti dove sono andato
- tecnicalities dell'uso della pentola di ghisa - mai più senza
- uso dell'e-reader - pro e contro
- fiori di zucchino, ricette connesse e reperibilità degli stessi
- date di scadenza, perchè sono una menzogna
- opere liriche, quali le migliori?
- miseria e sventura degli Indossatori di Scudetti altrui - l'inter - e psicologia patologica dei loro sostenitori
- gloria e vittoria e assoluta supremazia  in tutti tempi della juve

- Zindanfel - altra denominazione del Primitivo di Manduria?
-  Bach e Beethoven sopra Mozart, la cocacola della musica classica

A breve, presumo che altri argomenti imminenti siano

- donne, che cazzo vogliono?
- donne, ma noi le perdoniamo
- la ragazza che viene dopo d è troppo magra, che sennò sarebbe gran gnocca.


Anche io chiacchero.

martedì 7 maggio 2013

POLSO

Mi hanno tolto il gesso e ho l'insieme braccio/polso/mano che sembra uno zampone di quelli che si mangiano con le lenticchie ma squamoso.
Una vera bellezza.

lunedì 6 maggio 2013

De mortuis nil nisi bonum dicendum est

τὸν τεθνηκóτα μὴ κακολογεῖν, in greco e  significa dei morti "dei morti non si dica niente, se non del bene".

Trattandosi di Andreotti, molto meglio non dire niente.