venerdì 18 ottobre 2013

CAMINO DI SANTIAGO

Sono ridicolo anche ai miei occhi, ma fra due settimane tornerò sul Camino. è che ho da fare 10 giorni di ferie, sono da solo,  non ho voglia di fare viaggi impegnativi.
camminare mi piace, mi stare bene, mi fa riflettere. dimagrirò, sarò più tonico, prenderò decisioni - farò finta di aver pensato alla decisione già presa, per meglio dire -   penserò alla vecchiaia, a cosa sono, a cosa sto diventando. riconoscerò le strade su cui passai (come non sono abituato ad usare il passato remoto, ma è giusto? boh) sei anni fa, più grassottello e più inconsapevole. 
berrò e mangerò molto e probabilmente conoscerò persone con le quali parlerò di tante cose, sapendo che non le vedrò mai più.  


farà freddo e pioverà, ma è quasi meglio.

lunedì 30 settembre 2013

DIFFERENZE

Cioè.

Immaginiamoci Martin Castrogiovanni



o Sebastien Chabal



che postano su twitter la foto della loro caviglina, scrivendo "uh, dicono che vinciamo sempre con l'aiutino, ma guarda che bua! e al  cattivone che me l'ha fatta gli hanno dato solo il cartellino giallo, cattiva maestra"

come ha scritto Tevez qui sotto:
http://www.repubblica.it/sport/2013/09/30/foto/juventus_fallo_di_immobile_su_tevez_la_polemica_dell_argentino_su_twitter-67570583/1/?ref=HRESS-4#2

I calciatori sono proprio dei pagliacci.

(Ovviamente, ciò non toglie nulla alla vittoria della juve contro quella squadretta che ha fatto sonnecchiare Buffon per un'ora, eh).


giovedì 26 settembre 2013

cellulari e giochi raffinati

Il cellulare è importante, inutile simulare indifferenza. Se ce l’hai con te ed è carico /funzionante sai che nessuno ti sta cercando. Il Blackberry anche. Se non trilla (ormai ho solo suonerie semplicissime, standard. Tra quelle strane che avevo inserito, la più carina era la voce di mia nipote che strillava “Zio! Zio! Ascoltami! C’è una telefonata!”) e non c’è la lucina rossa del BB, sai che il mondo è tenuto fuori e che nessuno ti cerca per dirti cose, per farti rendere conto. Bè, ci sono anche i periodi che aspetti la chiamata, il segnale, ma sono cose di quando uno è innamorato.
Puoi stare tranquillo e pensare sereno alle tue robe, ai sogni strani che hai fatto. Puoi fare quel gioco che consiste nell'immaginare una linea che parte da sopra una riga e passa per gli spazi delle parole per arrivare in fondo ma non può andare troppo in orizzontale (la regola è che non può fare un angolo maggiore di 45 gradi: più o meno, ammesso che uno riconosca un angolo di 45 gradi). Vabbè un gioco sofisticato, intelligente, da me inventato, che raramente riesce. 
Poi riprendi a leggere il palloso documento sulle istruzioni di vigilanza di Bankit.

mercoledì 25 settembre 2013

NASINO

Sono a Milano, fino a domani, nella società di medio alta finanza dove lavoravo un tempo. Vado in centro pedalando lentamente   e passo sotto la bellissima casa dove stavo dieci anni fa, in Via del Lauro 10.  
Fragile come sono in questi giorni di Sehnsucht, mi commuovo leggermente nel guardare il mio balcone e rivolgo un salutino al mio Io di dieci anni fa, più leggero e più spaventato.

Comunque, ma come fanno ste milanesi d'assalto a camminare rapidamente e a salire scale rapidamente con tacchi 12 sottili come sospiri? sono ammirato. La Dott.ssa Tizia che assiste il nostro Team di Intervento di Controllo - riesco a anche a pronunciarlo con le maiuscole, a fini di intimidazione è vestita come una pornostar alla comunione del nipotino; e devo ammettere che il fisico l'aiuta moltissimo  (ma la cosa più bella non è il pur notevolissimo sedere o le rilevanti tette ma il meraviglioso nasino a punta. Sì, sono un romantico.) 

venerdì 20 settembre 2013

vergogne

ho pubblicato 4 post.
di sera.
poi la mattina li leggo, mi vergogno e li cancello.

non va bene.

venerdì 6 settembre 2013

MORTI

L'altro giorno è morta una mia amica. Aveva problemi di salute, ma non gravi; è peggiorata improvvisamente, è  stata ricoverata, nel giro di qualche ora gli organi interni hanno ceduto. Ho assistito in parte alla sua agonia, nella stanzetta di ospedale, vicino al suo compagno distrutto dal dolore. 
Quest'anno è la quarta persona per me importante che muore. 

giovedì 29 agosto 2013

POLVERE DI PANE



Ma come si fa di solito il pane grattugiato?
Io l’ho messo nel robot Kenwood con il coltello e poi via di velocità massima. Fa un lavoro malfatto perché qualcosa trita bene e qualcosa trita male.
Ho guardato l’ammasso bricioloso e ho pensato che dovevo selezionare il grano dal loglio, il Bene dal Male.
 E allora ho versato il tutto in un scolapasta e con un cucchiaio ho iniziato a rimestare, cercando di comporre un tipico canto degli sbriciolatori di pane (bisogna aggiungere “di pane” che sennò uno pensa agli sbriciola-tori, lavoro durissimo condotto in tristi macelli spagnoli post corride) per far passare il tempo.  Non ci sono riuscito, perché non sono portato.
Comunque il sistema funziona benissimo, perché si seleziona della polvere di pane finissima.
Un altro dei miei grandi contributi all'umanità.

sabato 17 agosto 2013

C'E' MOLTO DI PEGGIO

Ma partire giulivo, tornato dalle vacanze. per andare a trovare i genitori a Torino,
vedere un'auto della Polizia,
pensare "Uh, attenzione",
rallentare fin quasi a  fermarsi - ma senza fermarsi - subito dopo vicino alle strisce pedonali per far passare due tizi, che però rimangono lì e tu allora riparti,
essere fermato dalla predetta auto della Polizia che ti contesta di non esserti arrestato di fronte a pedoni,
essere sanzionato perchè avevi l'assicurazione scaduta da 20 giorni,
avere l'auto sequestrata,
essere trattato un po' da delinquente abituale, anzuchè da stordito,

dispiace.

lunedì 29 luglio 2013

.

http://www.elephantjournal.com/2012/03/viral-vid-motherfg-bike-nsfw-lyrics/

martedì 23 luglio 2013

SANTIAGO

a Santiago ci sono poi arrivato ma sono ripartito subitissimo per andare ad un funerale di un amatissimo zio. quest'anno siamo già a tre funerali importanti.

comunque ho camminato per 225 km senza problemi e sono consapevole che essere contenti di ciò è un segno di vecchiaia.

venerdì 12 luglio 2013

SUPERBIA (ma il tasto dell'accento e rotto)

no, perche si ha un bel dire che il camino e amicizia, fratellanza e cortesia, ma quando sei fradicio di sudore, impastato di polvere e con le gambe dure e doloranti, vedere questi pellegrini de mierda che si fanno trasportare lo zaino ti fa incazzare.

e comunque sono bellissimi la nebbiolina del mattino, gli eucalipti alti e profumati, il rumore cadenzato delle bacchette, la stanchezza che dopo 150 km ti pervde completamente.

martedì 9 luglio 2013

DOPO DUE GIORNI

fa caldo. caldo secchissimo ma caldo.
mi sveglio alle 5,30, parto alle 6 - non sono l'unico -  e cammino cammino per la verde Galizia, tagliata da tantissimi fiori gialli (forsizie? maggiociondoli? boh).
Arrivo presto, abbastanza sfatto, ma non distrutto,  mi lavo, faccio il bucato e mi riposo.
Sono gia' a 70 km in 3 giorni.

Ultreya!

venerdì 5 luglio 2013

DOMANI

Domani parto da casa, vado a Bergamo, prendo un volo per Saragozza, poi domani sera prendo un treno notturno per Astorga, dopodomani mattina scendo dal treno e inizio a camminare per Santiago di Compostela. 

Questa volta non so se ce la faccio, perché ho la sciatalgia - credo - e non mi passa. Ho rubato alla mamma 20 pasticche di roba forte  e a quella mi affido. 

Lo zaino è pronto e leggero, meno di otto chili. Se penso che la prima volta ne pesava dodici... però ero più giovane, eh. 

giovedì 20 giugno 2013

UN GIUDIZIO EQUILIBRATO

Per me Grillo è un piccolo stronzo fascistello.

lunedì 10 giugno 2013

Magari una volta ci provo

Vado a mangiare – male – in compagnia di un libro di Ammaniti.
Dopo un po’ una giovanissima cameriera si ferma e mi chiede “Com’è ? L’ha appena iniziato? È un bel libro?”
Rispondo “Sì, abbastanza. Lei che libri ha letto di Ammaniti?”. Mi risponde serenamente “No, non ho mai letto un libro suo. Leggo delle frasi sue su internet e mi piacciono. Un libro, non so, mi sembra lungo”. Io spiego “Sì, ma sa, c’è anche una storia, dei personaggi, è interessante”. 
Lei mi guarda e dice “ah, vero, non ci avevo pensato. Magari una volta ci provo.”

ESATTAMENTE

Esattamente 75 giorni fa avevo preso la bici dall'auto, avevo guardato incerto il caschetto, ma poi l'avevo indossato - fa un po' freddo, avevo pensato -  e mi avevano investito dopo due chilometri.
Oggi ho fatto le stesse cose, non sono stato incerto sull'uso del caschetto e ho iniziato a pedalare verso il primo giorno di lavoro post incidente. 
A quell'incrocio sono stato molto cauto. 

mercoledì 5 giugno 2013

SENSAZIONE

Dopo 70 giorni prendere la bici - sentire distintamente un po' di affettuoso rancore della stessa - e
dare qualche pedalata esitante.
Il polso fa male, ma regge. Regge per un'ora e mezza e quindi è guarito.

Almeno per la bici, che per il resto fa schifo.

giovedì 30 maggio 2013

Buona azione

da una ventina di giorni corro, quasi quotidianamente.
corro tanto, per me.
ieri stavo battendo un record di distanza quando due signore straniere di circa 40/50 anni, inzuppate d'acqua (pioveva forte) e con trolley al seguito, mi hanno fermato lungo una strada pochissimo frequentata, chiedendomi come arrivare ad un BB vicino a casa mia. 
io ero seccatissimo di dover perdere il mio record personale per loro, ma poi mi sono impietosito perchè erano parecchio fuori strada e ho detto loro che sarei tornato a prenderle con l'auto e le avrei accompagnate.
non ci hanno molto creduto, ma quando mi hanno visto tornare erano stupefatte.
mi hanno ringraziato in inglese lettone, ma all'uso indiano, con le mani giunte - erano di Riga -  e sono scappato a farmi una doccia. 

lunedì 13 maggio 2013

RIABILITAZIONE

Un posto simpatico.
Il mio fisioterapista ha 55 anni, magro e bravo, e chiacchera tanto. In tre sedute abbiamo parlato di:
- bici, da corsa e a scatto fisso.
- rugby, memorie di un cinquantenne
- Mongolia, Ladakh, Yemen e altri posti dove sono andato
- tecnicalities dell'uso della pentola di ghisa - mai più senza
- uso dell'e-reader - pro e contro
- fiori di zucchino, ricette connesse e reperibilità degli stessi
- date di scadenza, perchè sono una menzogna
- opere liriche, quali le migliori?
- miseria e sventura degli Indossatori di Scudetti altrui - l'inter - e psicologia patologica dei loro sostenitori
- gloria e vittoria e assoluta supremazia  in tutti tempi della juve

- Zindanfel - altra denominazione del Primitivo di Manduria?
-  Bach e Beethoven sopra Mozart, la cocacola della musica classica

A breve, presumo che altri argomenti imminenti siano

- donne, che cazzo vogliono?
- donne, ma noi le perdoniamo
- la ragazza che viene dopo d è troppo magra, che sennò sarebbe gran gnocca.


Anche io chiacchero.

martedì 7 maggio 2013

POLSO

Mi hanno tolto il gesso e ho l'insieme braccio/polso/mano che sembra uno zampone di quelli che si mangiano con le lenticchie ma squamoso.
Una vera bellezza.

lunedì 6 maggio 2013

De mortuis nil nisi bonum dicendum est

τὸν τεθνηκóτα μὴ κακολογεῖν, in greco e  significa dei morti "dei morti non si dica niente, se non del bene".

Trattandosi di Andreotti, molto meglio non dire niente. 

mercoledì 24 aprile 2013

SODDISFAZIONE

oggi ho comprato
un polpo
cicorino tagliato
funghi misti (con paurosa prevalenza di champignon, vabbè)
mozzarella di bufala

tutto scontato al 50% per data di scadenza imminente.

venerdì 19 aprile 2013

.

giorni di calma.
giorni di cotture lente, chè ho tempo e pentole adatte.
giorni di moderato dolore, di punture nella pancia - sempre emozionanti - e di ossicini vaganti.
giorni di letture e di musica (più di letture).
giorni di visite ospedaliere.
giorni di imbianchini e di giardinieri.

a far poco ci si abitua in un attimo.

(ah, gioco anche un casino.)

domenica 31 marzo 2013

la macchia

quello che in fondo in fondo mi scazza di più è che per una decina di secondi, sdraiato sull'asfalto e guardando la mano diventata un enorme informe artiglio di sangue, mi sono messo a piangere per una decina (scarsa! giuro!) di secondi.
mi sono parzialmente rifatto sopportando la riduzione manuale della frattura - dolore purissimo per qualche minuto - con un prolungato e sommesso mugolio, senza le regolari, a detta delle infermiere, urla bestiali.
ma la macchia resta.

mercoledì 27 marzo 2013

frattura con frammenti

in questo brillante periodo della mia vita, un tipa, nove ore fa, mi ha messo sotto in auto, passando col rosso (io verde pieno)

ho un dolore pazzesco ma cerco di resistere e di non prendere gli oppioidi, ma mi sa che non duro mica tanto

mercoledì 20 marzo 2013

PUNTI DI VISTA


Aeroplanino di ritorno a Torino da Parigi. Vicino a me siede ragazza apparentemente ventenne, minuta, con guance paffute. 
In fase di atterraggio incappiamo in una serie di turbolenze, ma turbolenze forti.  Un piccolo vuoto d’aria, che il piccolo aereo amplifica. Una tipa due file avanti esclama a voce alta “mi sto cagando sotto”.
Ad uno sballottamento più forte di un altro la mia vicina caccia un urletto e io mi volto per prestare un minimo di conforto virile.
La fanciulla mi guarda ed esclama “no, ma troppo divertente!”

martedì 19 febbraio 2013

FUNERALI

In questo brillante periodo della mia vita sono andato a due funerali.
Uno in paesino della provincia di Torino e uno in paesino della provincia di Viterbo.

Uno era di una vecchietta ultracattolica - ma preparata, eh, che ha consegnato prima di morire una citazione di Sant'Agostino da leggere in Chiesa - e uno di un vecchietto ex radicale mangiapreti miscopotuttoquellochesimuove, convertitosi nei mesi della quasiagonia finale.

Un giorno faceva un freddo gelido e c'era sole, un altro pioveva ma l'aria era poco fredda.

Uno l'hanno cremato, una l'hanno seppellita in cimiterino di frazione piccolissima.

Per uno mi sono alzato con calma da casa mia e sono tornato a lavorare in giornata, per l'altro ho preso un aereo all'alba, ho affittato un'auto, sono passato a prendere della gente e sono tornato la sera tardi del giorno dopo.

In uno ero in abito scuro e cravatta, in un altro ero sportivo.

Ero triste in tutti e due, senza differenze.

martedì 12 febbraio 2013

AHO', SO STANCO E ME NE VADO.

Alla notizia della rinuncia papale, ho pensato a quello che dice il Papa al neo cardinale:
Ad laudem omnipotentis Dei et Sanctae Sedis ornamentum, accipe galerum rubrum, insigne singularis dignitatis cardinalatus, per quod designatur quod usque ad mortem et sanguinis effusionem inclusive pro exaltatione sanctae fidei, pace et quiete populi christiani, augmento et statu Sacrosanctae Romanae Ecclesiae, te intrepidum exhibere debeas, in nomine Patris et Filii et Spiritus Sancti" ("A lode di Dio onnipotente e ad ornamento della Santa Sede, ricevi il galero rosso, insigne segno distintivo del cardinalato, per il quale devi essere intrepido e per il quale sei designato anche alla morte per effusione del sangue per l'esaltazione della Santa Fede, per la pace e la quiete del popolo cristiano e per la diffusione e la stabilità della Santa Romana Chiesa. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, amen").

Il pezzo che recita, "Ahò, ma sessei stanco te ne poi annà,  eh", non me lo ricordo. Certamente ci sarà un teologo che dimostra brillantemente come la frase "usque ad mortem" non implichi la stanchezza per età avanzata.

lunedì 11 febbraio 2013

BATTAGLIA!




hanno detto che ho tirato come una mitragliatrice.
Ieri sera nelle camere di molti ventenni sono stato maledetto intensamente.

(io, poche lesioni, quest'anno.)

AGG.  ho tirato anche martedì e sono a pezzi. Vedi, vantarsi?

mercoledì 6 febbraio 2013

ERA UN PO' CHE NON SCRIVEVO DI BICI

La vecchia bici rugginosa di mio cognato, con ruote nuove belisssssime, manubrio cattivo e sella di recupero.

Bella e scattante..

Mi dispiace molto avere un sedere soltanto.

IMG_0001.JPG

venerdì 1 febbraio 2013

UNA GIORNATA AL PRONTO SOCCORSO


La vista è di un posto affollato,  di malati e di parenti. La gran parte vecchi, con articolate malattie ed una leggera preponderanza di malattie ortopediche – quattro fratture di femori, ieri. 
Il suono è costituito da qualche lamento continuo – mifamalemifamalemifamale – dalla concitazione di medici e infermieri, dal chiacchiericcio dei parenti (dopo qualche ora, quando tempo e noia ti spingono a familiarizzare) 
L’odore è ovviamente di disinfettante, più qualche puzza varia e persistente, enfatizzata dal caldo torrido. Poi l’effluvio dei cibidaospedale , tutto particolare. 
Il gusto è quello dell’orribile panino che ti decidi a mangiare alle tremmezzo, quando hai proprio fame.
Il tatto è quello della pelle sudata che asciughi leggermente, che tanto non puoi fargli altro.  

martedì 29 gennaio 2013

VOTO E GOVERNO, IMHO


Escludiamo Pdl e Lega, ovviamente.  Il Male Assoluto, ladri e stupidi, gente che ha governato  per otto anni negli ultimi dieci, con una maggioranza blindata, danneggiando pesantemente il paese
Monti e centristi. Per me sono la destra moderna. Una destra che vorrebbe far pagare il conto della crisi in maniera proporzionale agli italiani, non progressiva. Se io guadagno 20000 euro all'anno e mi mettono tasse aggiuntive del 10%, soffro di più di quello che guadagna 100000 e gli prendono 10000 euro.  Si tratta di un danno marginale che decresce all'aumentare del reddito ed è una delle caratteristiche della destra. Per me, Monti ha salvato l’Italia dalla vera catastrofe, dal fallimento dello Stato, dalle aste Bot deserte e  da una crisi che al confronto questa di adesso sembra una festa. Però io proprio non riesco a votare liste con Casini e Fini dentro. Non ci riesco, davvero. 
Grillo. Un fascista populista e demagogico. Uno che strilla e non propone. Uno che dice che bisogna uscire dall'euro  ma poi non lo scrive nel programma. Pericoloso. Uno stupido che è peggiore di un cattivo.
SEL, Rivoluzione civile, Idv e frattaglie varie. Gente onesta ma secondo me incompetente. Nessuno che spiega come e dove prendere i soldi, dove tagliare, come gestire il debito, come creare i posti di lavoro. Grande uso di slogan, ma poco di più.
Voterò quindi PD. Non per i pregi che ha questo partito ma per i difetti che non ha (perlomeno non in maniera così macroscopica). 
Infine, vorrei un governo di sinistra moderata, che recuperi i soldi con una feroce lotta all'evasione, che metta una bella patrimoniale e che diminuisca verso il finire della legislatura la pressione fiscale, generando un rilancio dell’economia e dell’occupazione.

martedì 22 gennaio 2013

LA STRANGOLATRICE


Facevo la quarta ginnasio. 
1976, movimento studentesco in fermento, Brigate Rosse, etc. In una delle tante assemblee del mio fighissimo liceo classico di Torino, conosco una tizia – bellissima, più grande di me di tre anni e quindi sentimentalmente irraggiungibile come un’attrice di Hollywood rispetto ad un moribondo sulle strade di Calcutta - che era una famosa leaderina studentesca e ultrapopolare.  Ne subisco (moderatamente) da lontano il fascino, io povero “quartino” in apprendistato politico. 

Negli anni ne ricordo il nomecognome (bello, strano) che  l’altro giorno, mentre leggo un articolo sul terrorismo, trovo citato come una delle brigatiste che, fra l'altro, partecipò allo strangolamento di un’altra compagna, sospettata di delazione.  Cerco sul web e scopro che si è fatta una decina di anni di galera, che si è dissociata, che adesso lavora nel classico posto dove lavorano gli ex terroristi. Vedo una foto e la riconosco (credo).
Insomma, boh,  mi ha fatto effetto. Pensare che questa  impediva alle guardie di soccorrere una donna mentre un’altra la stava strangolando, mi fa pensare.  Me la ricordavo diversa. Chissà se ha rimorsi, se si sogna di notte la scena. 
Meno male che ho avuto in dono un bel po’ di scetticismo, che mi impedisce di credere a Dio, all'astrologia e alle Verità Assolute , come la verità brigatista di allora. 

venerdì 11 gennaio 2013

GRILLO

me, sta cosa che lui è amichetto di quelli di casapound mi piace un sacco. mi è odioso da tanto tempo, ma adesso c'ho un motivo in più.