lunedì 10 giugno 2013

Magari una volta ci provo

Vado a mangiare – male – in compagnia di un libro di Ammaniti.
Dopo un po’ una giovanissima cameriera si ferma e mi chiede “Com’è ? L’ha appena iniziato? È un bel libro?”
Rispondo “Sì, abbastanza. Lei che libri ha letto di Ammaniti?”. Mi risponde serenamente “No, non ho mai letto un libro suo. Leggo delle frasi sue su internet e mi piacciono. Un libro, non so, mi sembra lungo”. Io spiego “Sì, ma sa, c’è anche una storia, dei personaggi, è interessante”. 
Lei mi guarda e dice “ah, vero, non ci avevo pensato. Magari una volta ci provo.”

4 commenti:

  1. buon per lei se lo farà
    perché una frase tira l'altra, un po' come per le ciliegie, e si arriva in fondo in un battibaleno
    ciao

    RispondiElimina
  2. Mi sento male.

    RispondiElimina
  3. Beh e' un inizio. Forse la curiosità che oggi l' ha spinta a chiedere, domani la spingerà a leggere.
    Il "magari ci provo" e' promettente. Inquietante e' il "non ci avevo pensato".
    Siamo positivi e auguriamole un futuro migliore del passato.
    Iris

    RispondiElimina
  4. Forse però dovrebbe iniziare da Pinocchio...

    RispondiElimina