giovedì 29 agosto 2013

POLVERE DI PANE



Ma come si fa di solito il pane grattugiato?
Io l’ho messo nel robot Kenwood con il coltello e poi via di velocità massima. Fa un lavoro malfatto perché qualcosa trita bene e qualcosa trita male.
Ho guardato l’ammasso bricioloso e ho pensato che dovevo selezionare il grano dal loglio, il Bene dal Male.
 E allora ho versato il tutto in un scolapasta e con un cucchiaio ho iniziato a rimestare, cercando di comporre un tipico canto degli sbriciolatori di pane (bisogna aggiungere “di pane” che sennò uno pensa agli sbriciola-tori, lavoro durissimo condotto in tristi macelli spagnoli post corride) per far passare il tempo.  Non ci sono riuscito, perché non sono portato.
Comunque il sistema funziona benissimo, perché si seleziona della polvere di pane finissima.
Un altro dei miei grandi contributi all'umanità.

8 commenti:

  1. grazie, proverò!

    RispondiElimina
  2. anch'io con il robot per qualche secondo, poi lo finisco nel passa verdure con il disco a buchi piccoli
    diventa quasi impalpabile
    il toro no, a meno che non sia bollito avanzato da riciclare in polpettone
    ciao cinas

    RispondiElimina
  3. Dopo il robot, col pestacarne risolvi tutto, pane e tori.
    Se invece vuoi fare in un giro solo, ma luuuunghiiiiisssssssimo: grattuggia a mano come il parmigiano (io faccio così, quando ho incazzature da sfogare)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come circodipulci pure io. E il bello del pangrattato non è la regolarità delle briciole, anzi...

      Elimina
  4. Risposte
    1. anche io grattuggio ! cosi` rilassante !

      Elimina
  5. oppure lasci ammuffire il pane, lo butti via, compri un sacchetto di pane grattugiato!

    funziona!!!

    RispondiElimina
  6. Lo sbriciola-tori è stato un altissimo momento di letteratura

    RispondiElimina