venerdì 15 giugno 2012

STRADA FACENDO

E comunque, da domenica prossima per una settimana me ne vado da casa – alto Piemonte – fino a Trieste, passando sotto Milano  e il lago di Garda, risalendo fino a Udine e scendendo giù. Forse potrei anche decidere di non fermarmi a Trieste e di ritornare a Venezia da dove prendere i tragici interregionali che mi riporteranno a casa. Non si ancora.  (600 o 700 km, diciamo)

La bici è un vecchio cancellone anni ’90, una MTB un po’ sistemata, però mi ha già portato lungo il Po, e quindi va bene.  Un centinaio  di km al giorno sono fattibilissimi (spero).

Mi aspetto calore e fatica. Letture  e dormite. Cibo e vino buono. Pensieri e riflessioni (i pensieri sono quelli che arrivano da soli, le riflessioni te le cerchi).

11 commenti:

  1. Buona vacanza. Fossi in te una notte almeno a Trieste mi fermerei: è una città con una splendida atmosfera (e hotel pessimi).
    Mia madre quando era lì andò a cercare Magris nel caffè dove lui era solito andare. Non trovandolo gli lasciò un paio di righe, firmandosi con nome e cognome e il nome del paese. E lui le mandò una lettera per ringraziarla!
    Udine invece è una città che ho nel cuore e non so perché, non ci sono mai stata. Al ritorno ci metti una foto?

    RispondiElimina
  2. solo 4 parole:
    hostaria alla tavernetta, udine
    pmi

    RispondiElimina
  3. Wow, cinas... è uno splendido programma!
    Buon tempo.

    RispondiElimina
  4. ossia, tutto ciò in bici?
    ma che ti sei vocato ad andare a caccia dell'infarto?

    RispondiElimina
  5. lise, una notte mi fermo, volevo fermarmi di più, ma. e metterò foto.

    PMI, sicuramente. Classica cucina da atleti, ho visto.

    Rabbit, grazie!

    Morelle, speriamo.

    Gatta, i medici dicono l'opposto, che cioè servirebbe a prevenire l'infarto...

    RispondiElimina
  6. buone pedalate e buone soste
    ciao

    RispondiElimina
  7. se una notte ti fermi puoi sempre invitarmi a colazione
    vespista triestina molto impegnata

    RispondiElimina
  8. settimana tremenda, a livello di clima
    non ti invidio anche se ti ammiro

    (sei passato o stai passando da queste parti, quindi)

    RispondiElimina
  9. Quindi? Com'era la mia terra?
    Nata a Udine e vissuta a Trieste. Per poi tornare a Udine...
    Cos'hai visto? Hai mangiato il frico? :))

    RispondiElimina