venerdì 27 gennaio 2012

DOWNTOWN

E insomma, invece di andare nella triste palestra, prendo la bici (rossa, a scatto fisso) e me ne vado in giro per Torino centro. Riscopro l’argine del Po (per i milanesi: trattasi di fiume, “corso d'acqua perenne, a regime pressoché costante”, vabbè, dai, guardate delle immagini sul web) e scopro
Gabbiani e anatre
Spiaggette di argilla
Tronchi sbiancati e dilavati
Un’acqua stranamente trasparente
Un  odore di fiume pulito
Dei cani festosi
E una coppietta che sta facendosi una grigliata. Giuro, proprio in fondo, dove finisce l’argine pedociclabile, si sono accesi un fuocherello e arrostiscono delle – a giudicare dall’odore – delle salsicce.
C’era il solicello e l’aria non troppo fredda – anche se siamo vicini vicini ai giorni della merla – e il tutto mi ha messo allegria.

14 commenti:

  1. Se una città è attraversata dal fiume, son d'accordo di base, mi ci adatto con più facilità.
    Ci sono nata e ci son tornata a vivere, in un paese con la riga in mezzo.
    Si sta bene quando si vede l'acqua galoppare, è tranquillizzante.
    D'estate lungo le rive fanno i picnic i poveri e sembrano certi dipinti ottocenteschi, oppure dal ponte della ferrovia guardi in giù e sei preraffaellita, mentre se alzi gli occhi verso il lago capisci da cosa è stato ispirato Leonardo (etc).
    Insomma, fa bene il fiume. Fa bene alle microprospettive che dici sempre di inseguire.

    RispondiElimina
  2. un bel giro e tempestivo, ché il freddo non tarderà
    ciao

    RispondiElimina
  3. c13, sì. i fiumi fanno bene.

    yban, la neve è l'unica cosa che ferma la bici. anche quesla a scatto fisso.

    RispondiElimina
  4. 2 cose:
    1) noi di milano dentro al fiume troviamo: lavatrici, motorini, pesci con tre occhi e volatili al cesio, sversamenti chimici di aziende della brianza, catrame. da sempre: anche questo, molto rassicurante
    2) ma la bici a scatto fisso non e' un suicidio? mi han detto che bisogna frenare col corpo... boh

    RispondiElimina
  5. Nina, bè, è una roba per gente dura (io un piccolo freno anteriore l'ho messo, però. duro, ma non durissimo).

    RispondiElimina
  6. ricordati sempre il caschetto.

    RispondiElimina
  7. Nina, mannò, in città no. vado piano, se cado cado sulle spalle.

    RispondiElimina
  8. ho detto, mettiti il caschetto.

    RispondiElimina
  9. quando vado in bici da corsa! in città, no, dai, ho la cravatta!

    RispondiElimina
  10. la cravatta e il caschetto. chic.

    RispondiElimina
  11. nono, chic: eleganza e attenzione alla sicurezza.
    quante ve ne devo insegnare.
    fai un sondaggio in ufficio (o su repubblica).

    RispondiElimina
  12. ci fosse un caschetto nero ...

    RispondiElimina